CERCA NEL PORTALE

La certificazione della "Plastica Seconda Vita"

SGS azienda leader per i servizi di ispezione

La certificazione della "Plastica Seconda Vita"

SGS, azienda leader per i servizi di ispezione, verifica, analisi e certificazione, e IPPR - Istituto per la Promozione delle Plastiche da Riciclo, organizzano venerdì 10 giugno dalle ore 10 alle 13 presso lo StarHotels Ritz di Milano in via Spallanzani 40, il convegno “ La certificazione della 'Plastica Seconda Vita': opportunità e potenzialità alla luce del collegato ambientale”. Nel corso dell'incontro verranno affrontati diversi temi, dall’approfondimento del marchio PSV, ad una panoramica sull’iter di certificazione e all’esposizione di alcune case history. Verranno inoltre analizzate le interessanti novità introdotte dal Codice Appalti e dal Collegato Ambientale alla Legge di Stabilità (Legge n. 221 del 28 dicembre 2015).  Paolo Fabbri, Presidente di Punto 3 Srl ed esperto di Green Public Procurement, affronterà il tema della spinta alla sostenibilità ambientale nel quadro normativo: le novità nel decreto Green Economy, nel nuovo Codice appalti e nel pacchetto “Circular Economy”. Analizzerà i principali cambiamenti in materia di GPP alla luce  dell’entrata in vigore del nuovo codice appalti (Dlgs 18 aprile 2016, n. 50) e del nuovo pacchetto di misure della Commissione Europea per favorire l’economia circolare.  Maria Cristina Poggesi, Segretario di IPPR, racconterà la lunga storia di successo del marchio Plastica Seconda Vita che è oggi sinonimo di plastica riciclata. Illustrerà poi i principi alla base della certificazione, le garanzie delle norme tecniche alla base del marchio e la reale utilità di un marchio dalla riconosciuta reputazione per i diversi attori del mercato e gli esempi applicativi nei diversi settori merceologici. L’intervento di Viviana Salieri (SGS)  ha come obiettivo di descrivere i requisiti generali e specifici che le Organizzazioni devono rispettare e l’iter di certificazione che le stesse devono seguire per ottenere la certificazione di conformità al Disciplinare Plastica Seconda Vita per una o più famiglie di prodotti.  Seguiranno due case history: Vincenzo Moramarco,  amministratore delegato di Ecoplen srl, e Gabriele Picchi, Health Safety, Energy and Environment Specialist di Barilla. Vincenzo Moramarco racconterà che cos'è la sostenibilità per Ecoplen tra tradizione e innovazione.  L'azienda, utilizzando esclusivamente polietilene proveniente dal riciclo di materiale post-consumo, è in grado di ottenere taniche, omologate ADR, con non meno del 70% di plastica riciclata con eccezionali proprietà meccaniche grazie alla particolare struttura multistrato. Gabriele Picchi spiegherà come dal 1997 Barilla abbia sviluppato una “Linea Guida per la progettazione del packaging sostenibile”, giunta oggi alla terza edizione. A questa si è affiancato nel 2007 il Barilla LCA Packaging Designer che consente di confrontare tra loro diverse soluzioni per scegliere quella a minore impatto ambientale. Tutto questo naturalmente salvaguardando la capacità delle confezioni di proteggere e preservare la bontà dei prodotti. Attraverso questo strumento e tutti gli altri progetti di miglioramento, la percentuale degli imballaggi Barilla, classificati come tecnicamente riciclabili, ha raggiunto il 98% nel 2014 (da 85% nel 2008).  A concludere i lavori Davide Pollon, ‎Responsabile Servizio Modelli Innovativi di Riciclo di Corepla, il Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclaggio ed il Recupero degli Imballaggi in Plastica.  Corepla assicura ai Comuni italiani il servizio di ritiro degli imballaggi in plastica, compensandoli per i maggiori costi a cui essi vanno incontro effettuando la raccolta differenziata. Successivamente il Consorzio gestisce la selezione di questi imballaggi con particolare attenzione alle esigenze delle aziende riciclatrici, che trasformano gli imballaggi di rifiuto in materie prime seconde. La sempre maggiore valorizzazione degli imballaggi in plastica, sia in termini di riciclabilità che di valore aggiunto, porta oggi il Consorzio a selezionare ed avviare a riciclo ben 14 tipologie diverse di imballaggi e a sperimentarne sempre di nuove. Un orientamento al mercato che non ha eguali in Europa. L’incontro del 10 giugno prossimo è gratuito. È necessaria l’iscrizione fino ad esaurimento posti. Per iscrizioni e dettagli contattare: Dott.ssa Maria Cristina Poggesi Phone: +39 02 43928235 E-mail:  HYPERLINK "mailto:mc.poggesi@ippr.it"mc.poggesi@ippr.it Swayum Somrah Phone: +39 02 7393302 Mobile: +39 366 9144130 E-mail: swayum.somrah@sgs.com

 

Tags


Condividi sui social


ARTICOLI CORRELATI