CERCA NEL PORTALE

FederlegnoArredo e Regione Puglia insieme per rilanciare il distretto del mobile

Rientra nella missione della Federazione di incontrare le aziende

FederlegnoArredo e Regione Puglia insieme per rilanciare il distretto del mobile

“L’accordo con Regione Puglia – sottolinea il Presidente Snaidero - è nato in occasione del Forum del legno-arredo di giugno e rientra nella missione della Federazione di incontrare le aziende e sostenere il loro desiderio di fare impresa. Una modalità nuova di operare a livello territoriale che ha incontrato la fiducia e l'appoggio delle autorità locali. Sono certo – ha concluso - che questa iniziativa diventerà un paradigma per le future iniziative della Federazione a livello locale”. “FederlegnoArredo”, ha evidenziato il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, “è uno dei soggetti più importanti che mette assieme le associazioni delle imprese che si occupano di tutto ciò che è arredamento. Loro vengono qui nel momento in cui noi abbiamo messo in campo le risorse fondamentali per affrontare la crisi del distretto del mobile imbottito, e vengono per una ragione di fondo: non si esce da quella crisi se non alzando gli occhi al cielo, immaginando percorsi di riqualificazione e di ampliamento del paniere dei prodotti. Penso che questo distretto abbia necessità di evolversi in ‘distretto dell'arredamento di casa’, abbia bisogno di acquisire nuovi assist dentro quel distretto produttivo e abbia bisogno di internazionalizzarsi”. Con il Presidente Roberto Snaidero e il presidente Nichi Vendola erano presenti l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Loredana Capone, il direttore generale di FederlegnoArredo, Giovanni De Ponti e il direttore della società in house della Regione Puglia, Puglia Sviluppo Spa, Antonio De Vito. Entrando nel merito dell’Accordo Quadro, l’assessore Loredana Capone ha sottolineato chequesto prevede “una serie di pacchetti formativi per i lavoratori di quelle imprese che reagiscono alla crisi convertendo la propria produzione: con la formazione - ha rilevato - riusciamo a ricollocare quei lavoratori che ormai non hanno più neppure la copertura della cassa integrazione”. “Regione e FederlegnoArredo - ha aggiunto la Capone - daranno anche battaglia alla contraffazione al fine di tutelare sempre più il Made in Italy. Il lavoro più duro da compiere è combattere la resistenza alla conservazione, perché la crisi non è un alibi ma un incentivo all'innovazione. Le risorse e le agevolazioni ci sono tutte e noi mettiamo a disposizione tutti gli strumenti per migliorare la nostra attuale situazione”. Milano, 13 novembre 2013“L’accordo con Regione Puglia – sottolinea il Presidente Snaidero - è nato in occasione del Forum del legno-arredo di giugno e rientra nella missione della Federazione di incontrare le aziende e sostenere il loro desiderio di fare impresa. Una modalità nuova di operare a livello territoriale che ha incontrato la fiducia e l'appoggio delle autorità locali. Sono certo – ha concluso - che questa iniziativa diventerà un paradigma per le future iniziative della Federazione a livello locale”. “FederlegnoArredo”, ha evidenziato il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, “è uno dei soggetti più importanti che mette assieme le associazioni delle imprese che si occupano di tutto ciò che è arredamento. Loro vengono qui nel momento in cui noi abbiamo messo in campo le risorse fondamentali per affrontare la crisi del distretto del mobile imbottito, e vengono per una ragione di fondo: non si esce da quella crisi se non alzando gli occhi al cielo, immaginando percorsi di riqualificazione e di ampliamento del paniere dei prodotti. Penso che questo distretto abbia necessità di evolversi in ‘distretto dell'arredamento di casa’, abbia bisogno di acquisire nuovi assist dentro quel distretto produttivo e abbia bisogno di internazionalizzarsi”. Con il Presidente Roberto Snaidero e il presidente Nichi Vendola erano presenti l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Loredana Capone, il direttore generale di FederlegnoArredo, Giovanni De Ponti e il direttore della società in house della Regione Puglia, Puglia Sviluppo Spa, Antonio De Vito. Entrando nel merito dell’Accordo Quadro, l’assessore Loredana Capone ha sottolineato chequesto prevede “una serie di pacchetti formativi per i lavoratori di quelle imprese che reagiscono alla crisi convertendo la propria produzione: con la formazione - ha rilevato - riusciamo a ricollocare quei lavoratori che ormai non hanno più neppure la copertura della cassa integrazione”. “Regione e FederlegnoArredo - ha aggiunto la Capone - daranno anche battaglia alla contraffazione al fine di tutelare sempre più il Made in Italy. Il lavoro più duro da compiere è combattere la resistenza alla conservazione, perché la crisi non è un alibi ma un incentivo all'innovazione. Le risorse e le agevolazioni ci sono tutte e noi mettiamo a disposizione tutti gli strumenti per migliorare la nostra attuale situazione”. Milano, 13 novembre 2013

Tags


Condividi sui social


ARTICOLI CORRELATI