Schattdecor: per soluzioni creative, ora servono menti creative

Sviluppare nuovi decorativi e prodotti lavorando insieme a clienti e partner: intervista con Claudia Küchen, Membro Consiglio Direttivo di Schattdecor, responsabile area Design & Marketing

intervista Claudia Küchen, membro consiglio direttivo Schattdecor, responsabile area Design e Marketing

Condividi sui social

Cosa cambierà nelle strategie delle aziende dopo l'emergenza Covid-19? Si ritornerà come prima o ci sarà spazio per cambiamenti significativi?
Claudia Küchen, Membro del Consiglio Direttivo di Schattdecor AG, responsabile per l’area Design & Marketing, illustra come questa situazione eccezionale ci spingerà a utilizzare sempre più canali di comunicazione digitale, mantenendo però al centro la componente relazionale, elemento identitario di Schattdecor.


Da una situazione di crisi possono nascere nuove opportunità. Ci saranno cambiamenti nella vostra realtà imprenditoriale e se sì, quali?

 

“Il mondo è in continuo cambiamento. Durante questa pandemia di Covid-19, però, si sta muovendo tutto molto più velocemente, in maniera brusca e più imprevedibile di quanto fossimo finora abituati. Le aziende sono costrette a reagire in modo rapido e flessibile, a riadattare i loro metodi di lavoro e anche a ripensare le proprie infrastrutture. Si richiedono soluzioni su misura sicure ed efficienti - sia che siano già disponibili sia che debbano essere pensate ex novo e in tempi brevi.  
Questa situazione eccezionale dimostra quanto noi siamo connessi tra le nostre sedi internazionali e con quale flessibilità, ma anche solidarietà, noi come team siamo in grado di reagire a questa nuova situazione. Gli incontri e le visite che abbiamo tenuto fino a poco fa di persona vengono ora gestiti in forma digitale e stiamo anche valutando quali nuovi canali saranno necessari in futuro.
Viviamo in un'era digitale e per soluzioni creative ora servono menti creative. Ciò nonostante, ritorneremo con più energia di prima alla nostra abituale routine di ufficio, a condizione però che vengano prese e rispettate le attuali misure precauzionali e di sicurezza. Per il nostro lavoro e il nostro modo di operare in team e a fianco del cliente è troppo importante la componente relazionale - un elemento basilare della nostra cultura aziendale e della nostra identificazione con il Gruppo e marchio di famiglia.
Ora abbiamo tempo e spazio per motivarci reciprocamente, spronandoci ad andare avanti insieme, a sfruttare il tempo per ottimizzare i processi, sviluppare nuovi decorativi e prodotti, ma anche per creare nuove e moderne infrastrutture digitali. Naturalmente sempre con la necessaria sensibilità, attenzione e nella consapevolezza che nessuno può sapere come si svilupperà il futuro o cosa ci aspetterà. Per noi è importante proseguire insieme ai nostri partner e clienti storici. Siamo tutti nella stessa situazione. Mi permetta d’esprimere questo passaggio così: Insieme per un domani che oggi non conosciamo - ma che possiamo plasmare insieme nel futuro”.

 

In questo periodo è emersa con maggior forza l’importanza del web. Pensate di utilizzare maggiormente questi mezzi anche dopo l’emergenza?

 

“Di questi tempi, i canali di comunicazione digitale sono indispensabili. Dobbiamo reagire con la massima flessibilità alle esigenze del momento per continuare a rimanere in stretto contatto con i nostri clienti e partner. Attualmente nessuno può dire come si svilupperà la situazione. Non è ancora chiaro se e soprattutto come potranno svolgersi quest'anno fiere e manifestazioni ed è anche per questo che stiamo lavorando internamente a progetti alternativi, per poter essere sempre a disposizione dei nostri clienti nel modo più esaustivo possibile”.

 

Oltre alla qualità del prodotto e all’innovazione tecnologica, su quali altri elementi pensate di puntare per il potenziamento della vostra immagine sui mercati nazionali ed esteri (qualità del lavoro, sostenibilità, ambiente, solidarietà)?

 

“Come Gruppo analizziamo lo sviluppo dei mercati e come si modificano, si spostano o nascono nuove potenzialità. Siamo ai blocchi di partenza; dobbiamo lavorare insieme a clienti e partner per far sì che il nostro settore si riprenda velocemente dopo la crisi. Vogliamo agire con lungimiranza portando avanti i progetti. Creare soluzioni per la vita di domani, in base a come cambierà. Nessuno può prevedere con certezza come, ma vogliamo essere pronti, flessibili e coraggiosi. Non c'è dubbio che anche di questi tempi possiamo continuare ad essere innovativi e ampliare il nostro portafoglio prodotti in base alle richieste e alle nuove necessità. Ora è il momento di rimanere quanto mai attivi”.

 


TAGS


Condividi sui social

Articoli correlati