Sicam 2021: finalmente si riparte in presenza

Dal 12 al 15 ottobre a Pordenone si potranno toccare con mano e vedere di persona le novità ed i prodotti di 542 espositori

Sicam 2021

Condividi sui social

“Dopo 2 anni di attesa finalmente si riparte”: con questa frase gli organizzatori di Sicam 2021, il Salone Internazionale di Componenti, Semilavorati e Accessori per l'industria del mobile, invitano gli operatori del settore a partecipare alla fiera che si svolgerà da martedì 12 a venerdì 15 ottobre a Pordenone. Sicam 2021 sarà la prima manifestazione internazionale di settore in presenza.

 

Un forte desiderio di incontrarsi di nuovo di persona


Con la partecipazione di 542 espositori anche il Sicam si preannuncia come fiera della ripresa per il settore della subfornitura sulla scia del successo ottenuto dal supersalone di Milano. Forte è infatti il desiderio da parte delle aziende di ristabilire un rapporto diretto con gli operatori del settore così come forte è la volontà di cogliere questa occasione per presentare numerose novità e prodotti innovativi che solo una fiera in presenza permette di far conoscere e toccare con mano.
Questo conferma l'autorevolezza raggiunta ormai da Sicam, punto di riferimento internazionale per le aziende del settore della subfornitura e del mobile. L'intero spazio espositivo della fiera è stato occupato, compreso il padiglione 10, una hall temporanea che gli organizzatori hanno voluto mantenere proprio per garantire specifiche misure di sicurezza, e poter offrire maggiori dimensioni alle aree di ristoro e di servizio.
“Le aziende del nostro comparto – ha affermato Carlo Giobbi, patron di Sicam - continuano a puntare molto sull’innovazione di prodotto che incontra i desiderata dell’utente finale: dai trattamenti delle superfici ai sistemi di apertura, dai materiali innovativi alla loro inalterabilità nel tempo, e poi finiture, colori, in una parola design”.

 

Sicam 2021, una fiera sicura


Gli organizzatori garantiscono un appuntamento  “Covid-free”, nel pieno rispetto delle normative nazionali e regionali. Per questo è possibile solo registrarsi online, è obbligatorio stampare la tessera di ingresso ed avere un Green Pass valido (EU Digital Covid Pass o equivalente per i cittadini extra EU).
Nonostante le restrizioni internazionali dovute alla pandemia, si prevede l'arrivo di numerosi visitatori stranieri interessati a vedere le novità delle aziende più importanti del settore della subfornitura, in vista anche della ripresa del comparto del mobile e dei grandi Saloni del mobile programmati nel 2022.

 


TAGS


Condividi sui social

Articoli correlati