CERCA NEL PORTALE

Xylexpo 2018: una fiera di qualità in un mercato in crescita

Un appuntamento internazionale dove protagonista è l'innovazione tecnologica

Xylexpo 2018: una fiera di qualità  in un mercato in crescita

Si è svolta al Palazzo dei Giureconsulti di Milano il 23 gennaio scorso la conferenza stampa internazionale dedicata a Xylexpo 2018, la biennale internazionale delle tecnologie e delle forniture per l’industria del legno e del mobile che si terrà a FieraMilano-Rho dall'8 al 12 maggio 2018.
L'edizione 2018 della manifestazione, organizzata da Acimall, nasce sotto i migliori auspici: tutti i più grandi gruppi mondiali hanno infatti confermato la loro partecipazione, non solo ma hanno anche richiesto aumenti sensibili della superficie del loro stand. Per soddisfare queste richieste gli organizzatori hanno deciso l'apertura di un nuovo padiglione, il 4.
Oltre ai vertici di Acimall nelle persone di Lorenzo Primultini, presidente e Dario Corbetta, direttore, erano presenti Marinella Loddo di ICE-Agenzia per il commercio estero, Lorenzo Caprio, Presidente di Fiera Milano, Luigi De Vito, vicepresidente di Eumabois, la federazione europea che riunisce i rappresentanti delle associazioni di settore, e l'architetto Federico Rossi, docente di Digital Architecture Robotics alla Architecture London South Bank University.

 

Xylexpo: una fiera di significativa rilevanza tecnologica


Veniamo ai numeri della prossima Xylexpo che festeggia tra l'altro i suoi primi cinquant’anni.
Al 16 gennaio hanno aderito alla manifestazione 300 espositori diretti di tecnologie, in gran parte tedeschi e italiani, per una superficie netta complessiva di 30.000 metri quadrati, contro i 29.400 definitivi del 2016.
Tra le novità di quest'anno si avrà una diversa organizzazione tematica della fiera, con la presenza dei leader di mercato distribuiti nei diversi padiglioni: nel padiglione 1 Biesse Group e Barberan, nel padiglione 2 Scm Group, nel padiglione 3 Homag Group e Cefla, nel padiglione 4 Weinig e Ima Group. D'altra parte le divisioni merceologiche per questo settore sono ormai superate perchè quasi tutte le imprese hanno un catalogo vastissimo di macchine e impianti che si rivolge sia al colosso industriale sia al piccolo artigiano che lavora il legno.
Anche quest’anno, come nel 2016, gli organizzatori hanno stabilito per i visitatori un biglietto di ingresso di 15 euro, ingresso che sarà invece gratuito per tutti gli operatori del settore che si accrediteranno nel sito www.xylexpo.com.
Si svolgerà poi la terza edizione dei “Xylexpo Award” con una giuria costituita da personalità del mondo accademico e della ricerca. Da quest’anno le sezioni del premio saranno quattro: “Prima lavorazione e trasformazione del massiccio”, “Lavorazione del pannello”, “Finitura” ed infine la nuova sezione “Utensili”. Il 9 maggio durante “La notte di Xylexpo” saranno consegnati i Xylexpo Innovation Award.
Per quanto riguarda il numero di visitatori questo è cresciuto nelle ultime tre edizioni (più 7,1 per cento nel 2014, più 14,2 nel 2016) e si pensa che anche quest’anno venga confermato il trend della crescita a due cifre.  “Gli sforzi compiuti per riposizionare Xylexpo, sommati a una stagione decisamente migliore a livello economico - ha affermato Dario Corbetta - hanno permesso di definire un circolo virtuoso dai contorni precisi: una fiera di qualità, concentrata sulla seconda lavorazione del legno, capace di coinvolgere i “grandi clienti” come tutto il mondo del commercio e della distribuzione a livello mondiale”. Xylexpo è ormai diventata la fiera di riferimento per l’Europa negli anni pari: ben il 71 per cento dei visitatori stranieri provengono da Paesi europei, il 20 per cento da Asia e Oceania, il 6 per cento dalle Americhe.


Il contesto macroeconomico e le tecnologie per il legno


Dario Corbetta ha evidenziato come finalmente “stiamo letteralmente emergendo dal buco nero in cui eravamo tutti sprofondati: negli ultimi anni la produzione mondiale sta nuovamente crescendo attorno al 3 per cento annuo, a fronte di una sostanziale stabilità dell’economia europea (più 1,8 per cento nel 2018). Negli ultimi anni cresce anche il prodotto interno lordo italiano, per quanto in leggera flessione nel 2018 (un più 1,2 per cento contro l’1,5 per cento previsto per l’anno appena concluso)”.
Altro dato importante la vocazione dell'Italia all'esportazione in tutti i settori dell’industria e dell’economia, a conferma dei contenuti tecnici e tecnologici che le imprese italiane sanno esprimere. Le imprese hanno beneficiato anche degli strumenti varati dal Governo italiano a sostegno degli investimenti in tecnologie avanzate, agevolazioni che sono state prorogate per tutto il 2018, che influiranno positivamente sugli espositori di Xylexpo e di conseguenza anche sulla manifestazione.
Il comparto delle tecnologie del legno conta in Italia 250 imprese di cui 150 associate ad Acimall; 9mila addetti per un fatturato tornato sopra i 2 miliardi di euro di cui oltre il 75 per cento destinato all'esportazione. L'offerta mondiale ed europea di tecnologie per il legno vede l'Italia insieme alla Germania nelle prime posizioni, rispettivamente con il 31 e il 43 per cento della produzione europea.
Per quanto riguarda l’Italia i risultati conseguiti nel 2017 sono estremamente confortanti: i dati pre-consuntivo dicono che lo scorso anno l’industria italiana delle macchine per il legno ha raggiunto una produzione pari a 2,29 miliardi di euro, l’11,6 per cento in più rispetto all’anno precedente. Molto bene le esportazioni, che hanno segnato una crescita del 7,1 per cento, con un valore pari a 1,6 miliardi di euro;  i nostri migliori clienti sono gli Stati Uniti (165,5 milioni di euro), seguiti da Germania (105,8 milioni), Polonia (102,4 milioni) e Francia (92,5 milioni).
Crescono del 10 per cento anche le importazioni (199 milioni di euro) per cui anche il mercato interno è in crescita (695 milioni di euro, più 13 per cento sul 2016) e  si prevede in ulteriore sviluppo nel breve e medio periodo. Secondo le previsioni Acimall dovremmo attestarci a 983 milioni, il nuovo record dopo i 900 milioni del 2001.
L’Italia conta oltre 40mila imprese nella filiera legno-arredo con più di 360mila addetti e un fatturato di 30 miliardi di euro.

 

Tags

Condividi sui social


ARTICOLI CORRELATI
Acimall: una squadra per affrontare con successo le sfide del futuro 10040

L’assemblea generale della associazione confindustriale conferma all’unanimità il mandato al presidente Lorenzo Primultini e ratifica i due nuovi vicepresidenti. Positivi i dati economici del primo trimestre 2017.

Preconsuntivo Acimall 2016  780

Si stima che nel 2016 la produzione delle tecnologie per la lavorazione del legno sia aumentata dell’11,5% in più rispetto al 2015.

Ottimi risultati per le tecnologie per il legno nel terzo trimestre 2017 10130

L'indagine congiunturale effettuata da Acimall registra risultati molto positivi per il terzo trimestre 2017 con una crescita degli ordini del 42,9 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Indagine congiunturale Acimall: positivo anche il quarto trimestre 2017 10169

Dai dati emersi dall'indagine congiunturale relativa al quarto trimestre 2017 di Acimall e dai preconsuntivi 2017 si evidenziano risultati positivi.

Biesse a Ligna 2017: think forward 10023

Biesse presenta a Ligna 2017 oltre 40 soluzioni funzionanti rivolte alle aziende di tutte le dimensioni che lavorano il legno e non solo, soluzioni integrate, complesse ma semplici nel loro utilizzo.

CIFM/interzum guangzhou 2018: la Cina grande mercato per il settore 10134

CIFM/interzum guangzhou, la più importante vetrina di tecnologie, forniture, semilavorati e componenti per la produzione del mobile si terrà a Guangzhou dal 28 al 31 marzo 2018.

Greda: macchine per la lavorazione del legno sempre più evolute e sofisticate  10174

Greda presenterà a Xylexpo molte novità importanti, risultato del suo impegno tecnologico e progettuale secondo la logica “Industria 4.0”

M&M di Bogotà: una fiera porta d’accesso per la Regione Andina e l’America latina 10175

Si è svolta a Bogotá dal 6 al 9 marzo scorso la prima edizione della Feria Mueble & Madera che ha visto la partnership di Koelnmesse con Corferias per la gestione della manifestazione.

Xylexpo 2018 all'insegna dell'internazionalità e dell'innovazione 10204

Buoni risultati per l'ultima edizione di Xylexpo che si è confermata fiera della tecnologia e delle soluzioni avanzate in termini di “Industria X.0”

Positivo l'andamento delle tecnologie italiane anche nel primo trimestre 2018 10224

Il periodo gennaio-marzo 2018 rivela una crescita del 19,2% rispetto agli stessi tre mesi del 2017; l'export segna +22,1% e il mercato interno +3,7%.

Biesse Automaction: impianti e software per l'automatizzazione e la digitalizzazione 10232

Biesse conferma la sua leadership tecnologica e innovativa grazie ad un'offerta di soluzioni automatizzate e tecnologie che facilitano il lavoro quotidiano per aziende di tutte le dimensioni.

Scm a Ligna 2017 nel segno dell’innovazione  10022

Scm si conferma leader nelle tecnologie per la lavorazione del legno presentando a Ligna 2017 un’eccezionale serie di novità per quel che riguarda gli impianti, il software e le singole soluzioni tecnologiche.

Ottimi risultati per Scm Group nel 2017 10133

Anche il 2017 si chiude con un bilancio più che positivo per Scm Group che conferma la crescita del fatturato. Importanti gli investimenti nelle zone in cui è presente.

SCM a Xylexpo 2018: soluzioni tecnologiche all'avanguardia  10148

SCM parteciperà anche quest'anno a Xylexpo dove proporrà i suoi nuovi sistemi digitali. Alcuni di questi sono stati presentati in anteprima durante l'evento Scm Digital Days che si è svolto presso l’Scm Technology Center di Rimini.

Innovazione e tecnologia: Xylexpo guarda al futuro 10196

Dall'8 al 12 maggio si terrà a FieraMilano-Rho l'edizione 2018 di Xylexpo, la biennale internazionale delle tecnologie e delle forniture per l’industria del legno e del mobile.

SCM a Xylexpo 2018: grande successo per il nuovo sistema IoT per l’Industria 4.0  10210

SCM si conferma leader per la più ampia gamma internazionale di tecnologie per la lavorazione del legno, arricchita dalle nuove soluzioni digitali “Work simple. Work digital”.