Xylexpo, fiera rinviata: il prossimo appuntamento sarà nel 2022

Le condizioni impedivano il regolare svolgimento di una manifestazione a valenza internazionale

xylexpo fiera rinviata al 2022

Condividi sui social

Alla fine anche Xylexpo, la biennale delle tecnologie e delle forniture per l’industria del mobile e del legno, ha dovuto optare per la soluzione più logica anche se certamente sofferta: la manifestazione, prevista a Milano per la fine di maggio e spostata, a seguito dell'emergenza Covd-19, a novembre 2020, è stata definitivamente rinviata al 2022.
Come si legge nel comunicato stampa ufficiale  “Il consiglio di amministrazione di Cepra-Centro promozionale Acimall, ha dovuto prendere atto dell’impossibilità di organizzare Xylexpo nel 2020, dando appuntamento a espositori e visitatori al 2022”.

 

Xylexpo 2022, un moderno contenitore “digital oriented”


Gli organizzatori hanno reso nota l’insussistenza delle condizioni obbiettive per organizzare l’edizione 2020 della fiera Xylexpo con una comunicazione ufficiale agli espositori datata 6 luglio 2020. Nella lettera agli espositori si spiega come lo spostamento a novembre 2020 fosse sembrata  la migliore soluzione possibile. Il continuo lavoro di verifica svolto dall'organizzazione in questi mesi e il costante monitoraggio di tutti gli aspetti indispensabili per un grande evento fieristico, hanno purtroppo portato a constatare che a novembre il contesto non sarà ancora obiettivamente favorevole.
Una manifestazione come Xylexpofiera a forte valenza internazionale, con oltre un terzo degli espositori e visitatori provenienti dall’estero, avrebbe infatti visto seriamente compromesso il proprio normale svolgimento a causa di situazioni sanitarie ed economiche non ancora risolte in molte aree del mondo.
L’appuntamento dunque è rimandato al 2022: il team è già al lavoro per disegnare Xylexpo 2022, una fiera che raccolga idee e cambiamenti per un nuovo e più moderno contenitore “digital oriented”, una strategia che certamente vedrà proposte e iniziative coinvolgenti nei prossimi mesi.

 


TAGS


Condividi sui social

Articoli correlati