Concorso Agorà Design 2020, l'evento dedicato al design, alla progettazione e all’architettura

Al via il bando per partecipare alle due sezioni del concorso dedicate a Living e Garden

concorso Agora Design 2020

Condividi sui social

Torna anche quest'anno l’appuntamento con il concorso Agorà Design, dedicato al design, alla progettazione e all’architettura promosso dall’omonima associazione culturale. Agorà Design non è solo un concorso, ma anche una biennale d’arte che dall'8 all'11 ottobre animerà il centro storico di Martano (LE)  trasformandolo in un crocevia di esperienze, idee, progetti e professionalità.
Nel corso degli anni il concorso Agorà Design è diventato un evento dal respiro internazionale che ha visto la partecipazione di prestigiosi nomi dell’architettura e del design come, tra gli altri, Stefano Boeri, Benedetta Tagliabue (presidente della giuria), Walter Mariotti (direttore editoriale di Domus), Marco Rainò (architetto e redattore di Icon Design), Florinda Saieva (Farm Cultural Park), Francesco Pagliari (critico d’architettura e d’arte e redattore per The Plan).

 

Concorso Agorà Design 2020: finalità e regolamento


Aperto a professionisti e studenti, obiettivo del concorso è promuovere un’idea di architettura e design che sappia rispondere alle esigenze della vita quotidiana, senza rinunciare a quella bellezza che solo la contemplazione estetica può dare.
Il concorso Agorà Design si articola in due sezioni principali: Agorà Living, dedicata agli arredi per interni, che prevede la scadenza il prossimo 30 giugno; Agorà Garden, a cura di Sprech, con  scadenza il 7 settembre, dedicata all’outdoor e suddivisa in strutture tessili (coperture, tensostrutture, tendo coperture, dehor, gazebo) e arredi per esterni. Per ogni sezione saranno assegnati riconoscimenti e premi in denaro. Come per le precedenti edizioni, tutti i progetti selezionati saranno poi inseriti nel catalogo dell’evento e saranno esposti in mostra per l’intera durata della manifestazione.
Quest’anno, trasversale alle sezioni di concorso, è prevista l’assegnazione di una menzione speciale a quei progetti che si distingueranno per la capacità di riutilizzo del legno d'ulivo, con l'obiettivo di dare nuova vita a ciò che la Xylella ha distrutto.
Il motto del bando per partecipare ad Agorà Design è proprio “Trasformare il legno è un atto di resistenza”. La Xylella è quel batterio responsabile del disseccamento rapido degli ulivi in Puglia che negli ultimi anni ha colpito circa 165 chilometri di campagne solo tra Brindisi e Lecce.
Tra disseccamento ed eradicazioni forzate, la Xylella ha costretto gli agricoltori ad accatastare, loro malgrado, un’enorme quantità di legno d’ulivo, un legno pregiato, di particolare bellezza che, attraverso il concorso Agorà Design, si vuole trasformare da materiale di scarto in una risorsa preziosa dando vita a oggetti di design.

 

Agorà Design Sezione Living


I partecipanti sono chiamati a proporre progetti inediti e originali, caratterizzati da design, funzionalità e sostenibilità ambientale, che descrivano modi d’uso particolari e applicazioni innovative dei materiali; dovranno realizzare, autonomamente o in collaborazione con aziende di settore, un prototipo di arredo per interni.
Le domande di partecipazione al concorso Agorà Design 2020 per la sezione Living dovranno pervenire esclusivamente all’indirizzo di posta elettronica dedicato  info@agoradesign.it entro il 30 giugno 2020.
Il prototipo verrà esposto presso gli spazi del Palazzo Baronale di Martano (Le) in occasione dell'edizione 2020 di Agorà Design che avrà luogo dall'8 all'11 ottobre. La premiazione del concorso avverrà durante la manifestazione.

 

Agorà Design Sezione Garden


I partecipanti sono chiamati a proporre progetti inediti e originali, caratterizzati da design, funzionalità e sostenibilità ambientale, che descrivano modi d’uso particolari e applicazioni innovative dei materiali in queste due aree tematiche: strutture tessili (coperture, tensostrutture, tendo coperture, dehor, gazebo, ecc.) e arredo per esterni. Le domande di partecipazione, che, anche in questo caso, può essere individuale o di gruppo, devono pervenire entro il 7 settembre 2020.

 


TAGS


Condividi sui social

Articoli correlati