Progettare la sostenibilità: il futuro dell’arredo italiano secondo FSC Italia

La certificazione FSC strumento per garantire la provenienza sostenibile del legno e argomento di comunicazione per le aziende del settore

la sostenibilità secondo FSC Italia

Condividi sui social

Il tema della sostenibilità ha subito una forte accelerazione negli ultimi tempi e ha coinvolto sempre più aziende e persone a trovare una risposta ai grandi problemi di questo nuovo secolo come gli impatti legati ai cambiamenti climatici, l'avanzamento della deforestazione e, da ultimo,  l'insorgenza delle pandemie.
Quale contributo positivo può offrire il settore legno-arredo, tra i più rappresentativi del Made in Italy, per promuovere comportamenti di consumo green? Quale attenzione rivolgono le aziende del settore arredamento verso la sostenibilità?
Proprio per rispondere a queste domande il Forest Stewardship Council (FSC) Italia, ONG internazionale nata per promuovere la gestione responsabile di foreste e piantagioni e delle filiere collegate, ha voluto partecipare al Fuorisalone 2020 con un percorso denominato “FSC è Foreste per tutti, per sempre”, un contenitore di riflessioni, iniziative e incontri. L'evento ha unito le esperienze di brand riconosciuti e apprezzati come Arper, Calligaris, Kartell, Manerba, Moroso, Paolo Castelli e Roda coinvolgendoli in un interessante dibattito sul futuro nostro, dell’ambiente e dell’arredamento Made in Italy.

 

La svolta green del settore legno-arredo


La sostenibilità è entrata già da tempo nelle strategie imprenditoriali del settore legno-arredo: lo dimostra il fatto che in Italia oltre 500 aziende del settore furniture hanno scelto la certificazione FSC come strumento per garantire la provenienza sostenibile del legno, assicurare filiere virtuose e trasparenti, ma anche per comunicare impatti positivi su foreste e persone.  
Da oltre 25 anni, FSC opera per difendere le foreste del mondo, attraverso una gestione rispettosa dell’ambiente, socialmente utile ed economicamente sostenibile; il marchio FSC identifica i prodotti contenenti legno proveniente da foreste gestite in maniera corretta e responsabile secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici. Nel 2001 nasce FSC Italia come associazione no-profit, in armonia con gli obiettivi di FSC International, per stimolare la diffusione della certificazione FSC nel nostro Paese e in quasi 20 anni di esistenza vanta già numerosi traguardi.

 

FSC Italia Furniture Award


Durante il Fuorisalone 2020 è stata anche presentata la seconda edizione del FSC Italia Furniture Award, concorso che riconosce l’impegno delle aziende del settore legno-arredo nel realizzare produzioni con uso di legno FSC nell’arredo per interni, esterni e giardino.
Nove i premi da aggiudicare (Living e sistemazione, Zona notte, Arredo Bagno, Cucina, Ufficio, Negozi e Locali, Collettività, Arredi per abitazioni private, Aree pubbliche come piazze, parchi e giardini e Hotel/locali pubblici), più 5 menzioni speciali (CSR, Comunicazione, Etichettatura FSC, Catena di Custodia Filiera Arredo e Piccole Aziende).
Scopo del concorso è porre l’attenzione della produzione industriale e artigianale sulla provenienza della materia prima legnosa, stimolando architetti, designer e le industrie alla progettazione e produzione di arredi in legno certificati FSC.
La partecipazione è gratuita ed è aperta ad aziende certificate FSC con sede in Italia o nella Repubblica di San Marino rientranti nelle categorie di prodotto W12 (arredi per interni), W13.1 (mobili da giardino) o W13.7 (altri mobili per esterni e prodotti da giardino). Sono ammesse anche le aziende che producono semilavorati; è aperta inoltre ad aziende che hanno realizzato almeno una produzione certificata FSC in legno nel settore dell’arredo per interni e/o arredi per esterni e giardino negli ultimi tre anni e ad aziende che hanno venduto almeno un prodotto come certificato FSC.
L’iscrizione al concorso è da effettuarsi on line, compilando il form e caricando i materiali richiesti entro e non oltre il 6 Novembre 2020.

 


TAGS


Condividi sui social

Articoli correlati