Shaping Surfaces il concorso Cleaf per stimolare la creatività di architetti e interior designer

Innovazione del progetto e miglior utilizzo delle superfici Cleaf elementi determinanti per l'assegnazione del premio

shaping surfaces concorso promosso da Cleaf

Condividi sui social

Cleaf, azienda italiana leader nella produzione superfici e soluzioni innovative per il settore dell’arredo e dell’interior design, promuove Shaping Surfaces, un concorso che invita architetti e interior designer a proporre i loro progetti di interior utilizzando le superfici Cleaf.
Ogni mese ciascun partecipante potrà iscrivere un progetto, caricando una breve descrizione e cinque immagini sul sito Shaping Surfaces e ogni mese verrà assegnato da una giuria di professionisti di Cleaf il Shaping Surfaces Monthly Award. La giuria prenderà in considerazione sia l'innovazione del progetto di interni che il miglior utilizzo delle superfici Cleaf.
Il progetto mensile vincitore sarà pubblicizzato su una newsletter dedicata che verrà inviata a un selezionato gruppo di produttori di mobili, architetti e interior designer; sarà inoltre pubblicato sul canale Instagram di Cleaf e caricato nella sezione Winners del sito Shaping Surfaces.


Il Shaping Surfaces Annual Award al Salone del Mobile.Milano 2021

 

Durante il Salone del Mobile.Milano 2021 la giuria formata da rappresentanti dell'azienda,  giornalisti ed esperti di design, assegnerà il Shaping Surfaces Annual Award selezionando un progetto tra i vincitori mensili. L'architetto o l'interior designer responsabile del progetto vincitore riceverà l'incarico da Cleaf di realizzare un'installazione o un progetto di ricerca del valore di 10.000 euro e sarà invitato a trascorrere un weekend alla scoperta di un luogo di arte e natura in Italia. Roberto Caspani, direttore commerciale e marketing di Cleaf, spiega come il concorso Shaping Surfaces sviluppi l'obiettivo di Cleaf di “stimolare la creatività di architetti e interior designer attraverso l'utilizzo delle nostre superfici e creare un dibattito attorno agli ambienti interni”.

 


TAGS


Condividi sui social

Articoli correlati