Rubinetterie Treemme festeggia cinquant'anni di successi

Grande attenzione all'elevata qualità e al servizio

Rubinetterie Treemme festeggia cinquant'anni di successi

Condividi sui social

Rubinetterie Treemme, una realtà ormai consolidata nel panorama internazionale del settore, festeggia quest'anno i suoi cinquant'anni di attività.
Cinquant'anni di successi che hanno visto l'azienda evolversi da piccola officina artigianale fino a diventare un marchio riconosciuto nel mondo per la qualità, l’innovazione e il design della propria produzione.
Fondata nel 1968 ad Asciano, in provincia di Siena, dai tre soci Renato Michelangioli, Armando Medina e Guido Mencarelli, l'azienda prende prima la denominazione “Rubinetterie Toscane 3M” dalle medesime iniziali dei cognomi dei tre soci, per cambiare nel 1989, in una fase di grande internazionalizzazione, nell'attuale “Rubinetterie Treemme”.
L'azienda pone, sin dall'inizio, molta attenzione alla ricerca progettuale collaborando con validi designer: per prima, nel lontano 1980, ha lanciato la moda del colore con la linea di rubinetti Arcobaleno, progettata dallo studio Design Calonaci & Gazzei.
Con l’ingresso della seconda generazione, Rubinetterie Treemme ha registrato, negli ultimi decenni, una crescita esponenziale soprattutto nell’esportazione consolidando la propria presenza nei paesi europei ed extra europei.
Il successo non ha però modificato l'elemento distintivo dell'azienda: ancora oggi al primo posto viene l'attenzione per la qualità dei materiali e per il servizio al cliente, cui si aggiungono investimenti in ricerca e tecnologia per offrire prodotti sempre più innovativi.
Investimenti sono stati fatti anche a livello strutturale con l'inserimento di nuovi impianti di verniciatura e galvanica e il rinnovamento dell’intero comparto produttivo nella sede di Asciano.
Il riconoscimento dell'impegno dell'azienda è testimoniato dai prestigiosi premi internazionali che le sono stati assegnati per il design, la sostenibilità e l'innovazione tecnologica: il Compasso d’Oro ADI, il German Design Award, il Reddot Design Award l’ADI Ceramics Design Award, il Grand Design Etico e il Design Plus Award.


TAGS


Condividi sui social

Articoli correlati