ADI Design Museum: un polo culturale per scoprire il significato e il valore del design

A Milano il nuovo museo propone al grande pubblico una nuova esperienza del design

La vetrata dell'ADI Design Museum di Milano

Condividi sui social

Si è inaugurato a Milano in Piazza Compasso d'Oro  l'ADI Design Museum - Compasso d'Oro, il museo che ospita la Collezione storica del Compasso d’Oro con gli oggetti selezionati e premiati dal 1954 a oggi con il più celebre riconoscimento del design italiano.
"Un giorno di festa", come ha sintetizzato il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini intervenendo all'inaugurazione, e "un simbolo di ripartenza non solo per Milano ma per il Paese intero".  Insieme a Franceschini erano presenti all'inaugurazione il presidente di ADI Luciano Galimberti e il presidente di Fondazione ADI Umberto Cabini,  l’assessore alla Cultura di Regione Lombardia Stefano Bruno Galli, il sindaco di Milano Giuseppe Sala, il presidente di FederlegnoArredo Claudio Feltrin e la vicepresidente di Confindustria Barbara Beltrame.


Un museo destinato al grande pubblico

 

Realizzato con il sostegno della città di Milano e dell’intero paese, l'ADI Design Museum non sarà solo un nuovo polo culturale del design, ma volgerà particolare attenzione al grande pubblico: attraverso la forma nuova che caratterizza gli approfondimenti tematici, i convegni, i laboratori per i più giovani e gli eventi sarà possibile a tutti scoprire  il significato e il valore del design per tutta la società in un'esperienza inedita e personale. “È un risultato importante per ADI e per la Fondazione ADI", spiega Cabini. "Sarà un museo con responsabilità che vanno oltre i confini associativi e con un impegno verso la collettività come verso la comunità del Made in Italy”.
Lo spazio si trova a Milano in Piazza Compasso d’Oro 1, in corrispondenza di via Ceresio e piazzale Monumentale, e si inserisce nel contesto di un’area ex industriale ad alto valore architettonico e urbanistico, oggetto, negli ultimi anni, di un’importante azione di riqualificazione urbana.

 

Cinque collezioni permanenti e tre mostre temporanee


Otto mostre di approfondimento illustrano i diversi momenti storici del design italiano, tutti in relazione con i pezzi della Collezione.
Attualmente sono presenti nel nuovo ADI Design Museum cinque collezioni permanenti e tre mostre temporanee. Le cinque collezioni permanenti sono: “Il cucchiaio e la città. Mostra permanente Collezione Storica Compasso d'Oro”, “Compasso d’Oro, Misurare il mondo”,
“Manifesto alla Carriera. Omaggio della grafica italiana ai Maestri del Compasso d’Oro”, “Bìos – Sistema Design Italia”, video Installazione Politecnico di Milano e “Il design entra nella storia” video Installazione IED.
Molto interessanti anche le tre mostre temporanee: “Giulio Castelli. La cultura imprenditoriale del sistema design”, “Uno a Uno. La specie degli oggetti” e “Renata Bonfanti. Tessere la gioia”.
ADI Design Museum sarà aperto al pubblico, dal martedì alla domenica, dalle 10.30 alle 20, e il biglietto si potrà acquistare sul sito del museo, oppure rivolgendosi ai mediatori culturali che assisteranno i visitatori, o infine con un'app – Adi Design Museum – disponibile su App Store e Google Play. Un'interessante novità rivolta ai giovani: il museo segue il principio della "città dei 15 minuti" per cui, grazie a Fondazione Cariplo, l'ingresso è gratuito per tutti i giovani che abitano e studiano in un'area non più distante dal museo di 15 minuti di percorso. 

ADI Design Museum Milano - ph © M.Bonetti


TAGS


Condividi sui social

Articoli correlati