“Fare bene. Fare insieme”: una riflessione sulle caratteristiche del modello produttivo italiano

Il Saper Fare, la forza del Made in Italy, al centro dell'evento organizzato da Olivari al Teatro dell'Arsenale di Milano.

Evento “Fare bene. Fare insieme” di Olivari al Teatro Arsenale di Milano

Condividi sui social

Olivari, azienda leader nella produzioni di maniglie, è tra le eccellenze italiane che rappresentano il Made in Italy in tutto il mondo. Nell'azienda di Borgomanero, in provincia di Novara, dal 1911 il lavoro è considerato un patrimonio aziendale che richiede il rispetto di standard elevati e che garantisce il riconoscimento dei meriti e delle capacità di ciascuno.
Questo l'argomento al centro dell'evento organizzato da Olivari al Teatro Arsenale di Milano: “Fare bene. Fare insieme”, una riflessione sulle peculiarità virtuose del modello produttivo italiano.
All'incontro, coordinato da Anna Marino, giornalista, conduttrice e autrice di Radio24, hanno partecipato Maarten Lulof van Aalderen di The Telegraaf (Paesi Bassi), Ivan Carvalho, corrispondente di Monocle (UK) e Colleen Barry  di Associated Press (USA).


Il “Saper Fare” forza del Made in Italy


Come ben evidenziato dal Rapporto elaborato dal Centro Studi di Confindustria “Esportare la dolce vita”, la bellezza e la qualità sono i tratti distintivi del Made in Italy, il cosiddetto “bello e ben fatto”
costituisce una quota importante del nostro export e quindi del PIL italiano, specialmente nei settori delle “3 F”: Fashion, Furniture and Food.
In un clima economico non particolarmente favorevole, le aziende italiane hanno continuato a rafforzarsi e a crescere investendo soprattutto sulla qualità dei materiali, l’accuratezza delle lavorazioni e il design, elementi vincenti che rendono riconoscibile la manifattura italiana. L'incontro ha raccontato le caratteristiche delle PMI italiane, quelle aziende, orgoglio del “Saper Fare” italiano, che sviluppano una produzione al 100% italiana e continuano ad investire sul proprio territorio e sulle risorse umane.


Maniglie Olivari: da oltre 100 anni simbolo di bellezza e qualità


Una di queste aziende è proprio Olivari, da oltre 100 anni simbolo di bellezza e qualità.  Fondata da Battista Olivari nel 1911, Olivari realizza maniglie per porte e accessori per porte e finestre di design all'interno dei propri stabilimenti, dove avviene l’intera produzione: partendo da barre in ottone, le maniglie vengono stampate, lavorate, smerigliate, lucidate, cromate e marchiate al laser.
Passione per il lavoro, attenzione per i dettagli, cura per il “bello e ben fatto” e ricerca dell’innovazione sono le caratteristiche vincenti dell'azienda. Olivari inoltre si è sempre affidata per  la realizzazione delle sue maniglie per porte alla creatività dei migliori architetti e designer che hanno fatto la storia del Made in Italy: tra i tanti, Gio Ponti e Franco Albini, Ignazio Gardella e successivamente Enzo Mari, Rodolfo Dordoni, Piero Lissoni, Patricia Urquiola, Marcel Wanders fino ad arrivare ai grandi protagonisti dell'architettura contemporanea come Shigeru Ban, Steven Holl, Toyo Ito, Daniel Libeskind, Dominique Perrault, Jean Nouvel, Ben Van Berkel.
Ognuno ha espresso il proprio linguaggio formale creando un'infinità di maniglie minimali, ergonomiche, scultoree, ironiche, molte delle quali sono entrate nella storia del design italiano.

 


TAGS


Condividi sui social

Articoli correlati