CERCA NEL PORTALE

Materials Village 2018: tecnologie dedicate al colore e sostenibilità

Due grandi installazioni firmate da Studio Marco Piva e Yona Friedman

Materials Village 2018: tecnologie dedicate al colore e sostenibilità

Materials Village, l’hub di Material ConneXion Italia dedicato a materiali, nuove tecnologie e sostenibilità, si svolgerà anche quest'anno durante la Milano Design Week dal 16 al 22 aprile negli spazi di Superstudio Più in via Tortona 27.
Materials Village focalizza sempre più la sua attenzione sulla promozione di materiali innovativi ed efficienti, rivolgendosi ad un pubblico trasversale che tocca diversi settori: dall’interior design all’edilizia, dal tessile all’architettura.
Dopo il successo ottenuto l'anno scorso, che ha visto la presenza di oltre 135.000 visitatori, Materials Village per questa edizione si estende su una superficie di oltre 1.850 mq, occupando l’ingresso di Superstudio e l’intero Art Garden, un giardino alberato che per l’occasione si trasformerà in un villaggio.
Materials Village propone ogni anno un allestimento di grande impatto, ma per questa 5° edizione addirittura raddoppia, con due grandi installazioni firmate rispettivamente da Studio Marco Piva e Yona Friedman.
Una scenografica torre firmata dall’architetto e designer Marco Piva accoglierà i visitatori del Fuorisalone, un’opera che presenterà i materiali primari che costituiscono la base di un progetto architettonico. A fianco della torre sarà poi sviluppato il tema dell’economia circolare, protagonista di un’altra installazione per CONAI e i Consorzi di Filiera per il riciclo dei rifiuti di imballaggio, curata da Yona Friedman, celebre architetto-utopista, designer e urbanista ungherese naturalizzato francese, da sempre impegnato nel mondo della sostenibilità e della circular economy.
Materials Village ospiterà inoltre più di 20 aziende connesse con il mondo dei materiali e dei processi produttivi, che presenteranno proposte progettuali e tecnologiche d’avanguardia in termini di estetica, sostenibilità, ottimizzazione ed economia circolare.
Tra le tante novità di questa edizione, spicca anche la partecipazione, in qualità di partner, di nomi d’eccellenza come PUMA e il MIT Design Lab, laboratorio di ricerca interdisciplinare del Massachusetts Institute of Technology di Boston, che insieme presentano le ultime innovazioni sulla ricerca nel campo del biodesign, mettendo in mostra un tessuto performante che reagisce in modo diverso in base alla percentuale d’inquinamento atmosferico, nello specifico magliette unisex dotate di sensori in grado di rilevare il livello di pericolosità nell’aria.
L’hub dedicato ai materiali di Material ConneXion Italia, ospiterà quest’anno le tecnologie dedicate al colore di diverse aziende espositrici, come produttori di colori acrilici, pigmenti puri, colori ad acqua per ceramica, stoffa e vetro, oltre a vernici resistenti all’usura, agli agenti chimici e ai raggi solari: prodotti ecologici che puntano al miglioramento dell’impatto ambientale. Migliorare la qualità del vivere passa infatti anche attraverso una conoscenza approfondita dei materiali e una cultura coerente con i principi di sostenibilità.

 

Tags

Condividi sui social


ARTICOLI CORRELATI
“Neomateriali nell’economia circolare’’ 10120

Il prossimo 6 dicembre, dalle 16 alle 18, presso la sede del Catas a San Giovanni al Natisone, si svolgerà il workshop “Neomateriali nell’economia circolare’’ sul tema dell’economia circolare e, in particolare, del ruolo dei nuovi materiali.

Risultati record per interzum 2017 10024

Interzum 2017, la più grande vetrina mondiale dei semilavorati, delle forniture, dei componenti per l’industria del mobile, che si è svolta a Colonia dal 16 al 19 maggio 2017, ha registrato ottimi risultati.