Ferramenta per mobili, imbottito, cucina, rivestimenti e sistemi per l'arredamento.

Novità su prodotti, aziende, tecnologie e fiere per la produzione e commercializzazione di ferramenta per mobili, accessori per mobili e semilavorati per mobili.
INSIEME 2025: il Piano Industriale di SACE per lo sviluppo economico delle imprese
SACE, il gruppo assicurativo-finanziario italiano direttamente controllato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e specializzato nel sostegno alla competitività delle imprese e del tessuto economico nazionale in Italia e all’estero, ha approvato il Piano Industriale INSIEME 2025, che guiderà le scelte strategiche e il modello di business nel triennio 2023-2025 per sostenere l’evoluzione di imprese e Sistema Paese.

Garantire maggior resilienza al tessuto economico nazionale, rilanciare la competitività sui mercati esteri e consolidare la crescita sul mercato domestico: con questi obiettivi, il Gruppo SACE punta a sostenere investimenti e garantire liquidità per 111 miliardi di euro in tre anni, con un incremento annuo atteso del 5%, servendo 65mila PMI.

 

Verso una crescita sostenibile

“Tempi nuovi e di inedita complessità richiedono modalità nuove di sostegno al tessuto imprenditoriale nazionale.” - ha dichiarato Filippo Giansante, Presidente di SACE. “Con questo obiettivo abbiamo scritto INSIEME 2025, il Piano Industriale del Gruppo SACE per il prossimo triennio, che guiderà il nostro impegno, al fianco delle imprese, verso una crescita sostenibile che crei valore duraturo per l’Italia”.
Alessandra Ricci, Amministratore Delegato di SACE, ha aggiunto: “Il Piano Industriale 2023-2025 ci pone degli obiettivi sfidanti, ambiziosi e di grande responsabilità, che sentiamo nostri perché frutto della partecipazione e del coinvolgimento dei colleghi del Gruppo SACE nella definizione di INSIEME 2025 perché tutti noi di SACE siamo convinti che incentivare e sostenere la crescita delle imprese verso orizzonti sostenibili contribuisca al benessere della società”.

 

Sostenibilità, innovazione tecnologica e supporto alle PMI

INSIEME 2025 disegna un nuovo modello di business e di sostegno alle imprese per consentire la transizione verso un’evoluzione, di valore oltre che di volumi, per il Paese. Questo nuovo modello di business farà leva su quattro direttrici: partendo dalla sostenibilità come strategia, punterà su investimenti in innovazione tecnologica per ascoltare le esigenze delle imprese e sostenere in modo più incisivo le PMI.

Il Piano Industriale di SACE individua nella sostenibilità il principio fondante della sua azione, per un supporto più ampio e incisivo alle imprese, con particolare attenzione alle PMI, grazie allo sviluppo di tecnologie e competenze specifiche.

Anche l'innovazione tecnologica sarà la chiave decisiva di una diversa modalità di crescita, più sostenibile ed efficiente. Per questo il Gruppo SACE si focalizzerà nello sviluppo di soluzioni per migliorare la consapevolezza e la fruizione di prodotti e servizi, e rendere più efficienti i processi interni, basandosi anche su tecnologie che comprenderanno blockchain e intelligenza artificiale.

Il coinvolgimento delle PMI è un asse portante della missione di SACE  che si prefigge di raddoppiare a 65mila il numero di PMI servite in tre anni, coinvolgendole in un nuovo ecosistema digitale. Si tratterà di una open platform, costruita sulla loro user experience e partecipata da tutti gli attori del Sistema Paese.

 

Sostegno al Sistema Paese: export e competitività

Il sostegno all’export e internazionalizzazione sarà rafforzato: i target del Piano Industriale puntano infatti a una crescita nel triennio 2023-2025 di oltre il 30% dei volumi di contratti assicurati e investimenti garantiti in questo ambito, pari a circa 49 miliardi di euro.

Il Piano INSIEME 2025 prevede un maggior sostegno alle imprese italiane sia nella diversificazione dei mercati di riferimento, sia nella messa in sicurezza della supply chain.

Anche il supporto alla competitività e alla crescita sostenibile nel mercato domestico sarà consolidato. Il Piano Industriale punta, infatti, a oltre 60 miliardi di euro garantiti in questo ambito, sostenendo investimenti in settori ad alto impatto per l’economia italiana e progetti connessi alla transizione green di imprese e Paese. In questa logica, particolare attenzione è rivolta agli investimenti in settori ad alta trazione per lo sviluppo dell’economia e a settori innovativi che consentiranno alle imprese e all’Italia un salto di qualità a livello tecnologico e nell’ammodernamento dei sistemi produttivi.

Nella foto, Alessandra Ricci, Amministratore Delegato di SACE.

L'industria del design e la sfida della ripresa: tema del 6° Design Summit Pambianco Interni

La Ricerca Pambianco ha evidenziato come digitale e sostenibilità saranno i trend più forti a medio termine
Categoria: Novità del settore
Data pubblicazione: 02/08/2020

Salone del Mobile.Milano 2019: in crescita visitatori e business

Creatività e sostenibilità tra gli elementi caratterizzanti questa edizione
Categoria: Fiere
Data pubblicazione: 15/04/2019

A interzum 2019 le idee e innovazioni per l'industria del mobile e l'interior design

La Piazza “Surfaces & Wood Design” presenta i materiali per i mobili di domani
Categoria: Fiere
Data pubblicazione: 18/03/2019
Azienda: Interzum - Koelnmesse GmbH

Rubinetterie Treemme festeggia cinquant'anni di successi

Grande attenzione all'elevata qualità e al servizio
Categoria: Rubinetteria
Data pubblicazione: 05/02/2018