CERCA NEL PORTALE

Polo Formativo del Legno Arredo: l'importanza di imparare facendo

Polo Formativo del Legno Arredo

Polo Formativo del Legno Arredo: l'importanza di imparare facendo

Il 23 ottobre scorso il Sottosegretario di Stato del Ministero dell'Istruzione Gabriele Toccafondi ha visitato il Polo Formativo del Legno Arredo a Lentate sul Seveso. L'incontro è stato occasione di confronto tra il Sottosegretario e gli studenti del Polo e una significativa rappresentanza di imprese del territorio. “ Il lavoro  si impara davvero stando dentro le aziende. Si impara facendo. Questa è la scommessa e al tempo stesso la grande forza dei nostri ITS,  ha affermato Gabriele Toccafondi. Quando scuola e lavoro dialogano, c’è una contaminazione vera, e i risultati si vedono: l’entusiasmo nei ragazzi, la voglia di fare scuola, la carica degli imprenditori che parlano dei loro stagisti come se fossero già dei loro dipendenti. Stiamo lavorando perché accanto al sapere, possa crescere il saper fare”. Presso il Polo di Lentate è possibile iscriversi al percorso di Tecnico Superiore, una modalità di formazione professionale che sta dimostrando un’elevata efficacia nell’inserimento lavorativo dei ragazzi. A tal proposito il Sottosegretario ha annunciato la scelta del Ministero di voler privilegiare gli istituti in grado di offrire maggiore efficacia di intervento: “basta fondi a pioggia, per quest’anno il 30% delle risorse nazionali e regionali destinate agli ITS verrà dato su quota premiale”. Altro importante argomento trattato nel corso della visita, quello dell'apprendistato. Da novembre, unico caso in Italia, un’intera classe di studenti del percorso di formazione di base del Polo di Lentate verrà inserita per un anno in apprendistato di primo livello all’interno di alcune importanti imprese del territorio. Il Sottosegretario Toccafondi ha dichiarato che le aziende che accetteranno la sfida dell’apprendistato di primo livello per l’ottenimento della qualifica professionale godranno di un’importante defiscalizzazione.

Tags


Condividi sui social


ARTICOLI CORRELATI