Forni Smart Steam di Candy: combinazione tra cottura tradizionale e a vapore

Per mantenere inalterate le proprietà dei cibi e il loro sapore

Forni Smart Steam di Candy: combinazione tra cottura tradizionale e a vapore

Condividi sui social

I nuovi forni Smart Steam di Candy sono il risultato della perfetta combinazione tra metodo di cottura tradizionale e al vapore racchiusi in un solo forno. Con un semplice gesto, si può aggiungere vapore alla preparazione tradizionale dei piatti, mantenendo così inalterate le proprietà organolettiche dei cibi e invariato il loro sapore. Basta versare dell’acqua nell’apposita cavità del forno, attivare una della 3 funzioni “steam” e premere un bottone per trasformare il liquido in vapore.
E' risaputo che la cottura a vapore è molto sana ed è l'ideale per cucinare le verdure, il pesce e la carne perchè esalta le loro qualità naturali. L'aggiunta di vapore cuoce delicatamente le pietanze e nel giusto tempo lasciandole soffici internamente, intatte nella forma e nel gusto e pronte per essere consumate subito o con un condimento minimo.
La combinazione con la cottura tradizionale aiuta inoltre a mantenerle croccanti all’esterno. La funzione esalta la preparazione di cibi che necessitano di lievitazione come pane, focacce, brioches e torte o di cottura a bagnomaria come crème caramel o crema catalana.
Tutti i forni della gamma “Smart Steam” possono contare sulle funzioni dell’app Candy Simply-Fi che suggerisce ricette studiate da chef professionisti.


Un forno semplice da pulire


I forni combinati Candy Smart Steam sono inoltre estremamente facili da pulire, grazie al sistema di pulizia idrolitico “Aquactiva”, efficace già a 90°. Con l'idrolisi, i residui si ammorbidiscono, rendendo così più semplice la pulizia. Basta versare 300 ml di acqua distillata nella cavità del forno e riscaldarlo per 30 minuti; al termine del programma è sufficiente strofinare con una spugna o un panno per eliminare i residui di sporco.
Alcuni modelli inoltre propongono un doppio sistema di pulizia, pirolitico e idrolitico, in modo da poter scegliere il programma adatto a seconda delle necessità e del livello di sporco. Il sistema pirolitico è ideale per pulire in profondità il forno senza alcuno sforzo. In questo caso la temperatura raggiunge i 450° e, al termine del programma, basta rimuovere la cenere generata dalla combustione dei residui di cibo con un panno umido. Tutto avviene in estrema sicurezza, visto che la porta del forno è ben sigillata e rimane a temperatura ambiente.  

 


TAGS


Condividi sui social

Articoli correlati