Le macchine e le tecnologie Giardina Group in mostra a Xylexpo 2018

Uno stand espressione delle competenze dei tre marchi, oggi parte del gruppo

Le macchine e le tecnologie Giardina Group in mostra a Xylexpo 2018

Condividi sui social

Giardina Group, nato dalla fusione di tre marchi storici dell’industria italiana della finitura (Mauri Macchine, Giardina Finishing e Ventilazione Italiana) si è presentato così per la prima volta a Xylexpo 2018 in uno stand di ben 580 metri quadrati, valida dimostrazione della vasta gamma di proposte per la finitura che questa importante realtà italiana può oggi fornire al mercato mondiale.
Gran parte dello stand di Giardina Group a Xylexpo 2018 era dedicato alle macchine: nove differenti tecnologie, tutte perfettamente operative in modo da permettere ai visitatori di sperimentare direttamente la qualità e l’efficacia delle tecnologie del gruppo.
“Io e mio fratello Riccardo – ha commentato Stefano Mauri, contitolare e responsabile commerciale Giardina Group - sentiamo la necessità di mostrare in modo adeguato ciò che sappiamo fare. Le tecnologie si trasformano, l’offerta è sempre più complessa e i nostri clienti, gli utilizzatori, vogliono capire esattamente cosa potranno fare con una determinata macchina, utilizzando certi prodotti, applicandoli secondo le loro consuetudini: da qui la scelta di investire nel Giampiero Mauri Innovation Centre, uno showroom ma al tempo stesso un laboratorio per test e prove, spazi per incontri ed eventi formativi, oltre che di ospitalità”. Un investimento importante, che permetterà di portare a un altro livello l’esperienza Giardina Group anche dal punto di vista delle strutture e delle modalità di incontro e di confronto tecnologico con i clienti.

 

Le macchine esposte a Xylexpo


“A Xylexpo dimostriamo concretamente chi siamo oggi e cosa possiamo proporre agli utilizzatori, esponendo uno spaccato esaustivo del nostro programma di produzione” - ha affermato Riccardo Mauri, contitolare e responsabile tecnico e di produzione del gruppo.  
Dalla spruzzatrice più performante alla verniciatura di elementi per l’edilizia, dai forni dotati delle tecnologie più innovative alle spalmatrici, dai sistemi di appassimento Uv ai robot antropomorfi, Giardina Group offre un catalogo completo di macchine e impianti per la verniciatura e sistemi di essiccazione per l’industria del legno.
La “Dualtech 501 Dry” è da sempre una delle spruzzatrici più performanti della produzione Giardina Group. Permette un'applicazione a spruzzo di alta qualità per qualsiasi tipo di prodotto, dalle tinte ai fondi fino alle finiture, su qualsiasi superficie. Fra le tante innovazioni di questa spruzzatrice, da segnalare i miglioramenti apportati al sistema di filtrazione che permette una durata ancora più lunga dei filtri.
A Xylexpo era in funzione anche la spruzzatrice automatica “Dualtech 415-Sbc Air Dry”, anch’essa adatta all'applicazione a spruzzo di tinte, fondi e finiture su superfici lisce o sagomate.
La tecnologia “Mos-Micro onde selezionate”, nata dalla selezione di uno specifico spettro di frequenze che lavorano con uno spostamento definito dal punto medio,  caratterizza una specifica famiglia di forni di essiccazione a firma Giardina Group. Forno che emette radiazioni “3d” in grado di agire sulla superficie del pezzo in essiccazione senza alcun limite di geometria e senza causare il riscaldamento dei materiali verniciati.
Allo stand era esposto anche il tunnel di essicazione ad aria calda a percussione “GP-Jet” che permette il trattamento di prodotti vernicianti su qualsiasi tipo di supporto, la spalmatrice a rulli “G02/05”, perfetta per l’applicazione di prodotti vernicianti sulle superfici piane e il forno “GST UV Plus”, uno dei più avanzati sistemi di polimerizzazione a raggi ultravioletti.
Infine la novità più “attraente” di Xylexpo 2018: l'innovativo robot antropomorfo “Robotech Star1”, nuova espressione della lunga esperienza di Giardina Group nella verniciatura “in automatico” per il mondo del serramento e non solo.


TAGS


Condividi sui social

Articoli correlati