Sicam 2019 si conferma “business event” per l'industria del mobile internazionale

Il successo della manifestazione è soprattutto nella qualità dell'esposizione e nella qualità e internazionalità dei visitatori

Sicam 2019 si conferma “business event” per l'industria del mobile internazionale

Condividi sui social

L'undicesima edizione di Sicam Pordenone ha confermato i dati positivi già conseguiti l'anno scorso con la presenza in fiera di 604 espositori, il 27% dei quali esteri provenienti da 32 Paesi.
Dall'analisi dei dati forniti dagli organizzatori si nota che i Paesi di provenienza dei visitatori sono cresciuti leggermente (109 a fronte dei 104 della passata edizione) e che un visitatore su tre presente a Sicam 2019 era straniero. A quota 8.281 il numero delle aziende che hanno inviato a Pordenone i loro professionisti.   Per quanto riguarda i Paesi di provenienza troviamo a fianco di quelli storici,  Germania, Spagna, Francia, Gran Bretagna ed Austria quelli di più recente acquisizione come la Cina, Russia, Ucraina e Paesi dell’Europa centrale quali Slovenia, Croazia, Polonia e Romania.
In aumento anche la componente asiatica, quest'anno al 24% del totale dei visitatori esteri, che vede la presenza, oltre che dalla Cina, anche da India, Turchia, Iran e Corea.

 

L'elevata qualità dei visitatori


Molto interessante è però analizzare il profilo del visitatore di Sicam 2019: anche quest'anno al primo posto troviamo il ruolo di titolare/CEO/direttore generale dell'azienda che raggiunge il 37% delle presenze registrate. A seguire con il 21% ci sono persone che ricoprono ruoli tecnici, produzione e acquisti, con il 25% quelli che hanno funzioni commerciali e di marketing. In ulteriore crescita anche quest'anno i designers e gli architetti di interni presenti alla manifestazione.
Il settore della produzione di mobili è stato ovviamente quello più presente in visita con il 43% le aziende industriali e il 22% quelle artigiane; rilevante anche la componente del trade con il 26% complessivo degli ingressi.

 

Sicam: un Salone ricco, ma veloce da visitare


Un altro dato significativo è il tempo medio di permanenza in fiera che quest'anno si è attestato sul valore di 1,28 giorni (1,17 per gli italiani e 1,56 per gli stranieri). Sicam del resto è un Salone con una ricca offerta espositiva, ma al tempo stesso veloce da visitare. Il lay out dei padiglioni è molto semplice e chiaro, i tre punti di ingresso facilitano il flusso dei visitatori permettendo ai professionisti in visita di ottimizzare i loro tempi.
Carlo Giobbi, patron del Salone, ricorda: “A Sicam cerchiamo di mettere tutti nelle condizioni di lavorare al meglio e di far fruttare il tempo per sviluppare relazioni e prendere conoscenza di nuovi prodotti, concentrando l’attenzione solo ed esclusivamente sul prodotto e sul business. Puntiamo quindi a migliorare sempre l’offerta espositiva, a rendere sempre più efficienti i nostri servizi e a far vivere a tutti i professionisti presenti un’esperienza operativa unica per qualità ed efficacia: espositori di alta qualità richiamano automaticamente visitatori di pari qualità, e a Sicam lo si vede in maniera chiara, lo si tocca con mano”.
L’appuntamento con il 12° Sicam è previsto a Pordenone da martedi 13 a venerdi 16 ottobre 2020.


TAGS


Condividi sui social

Articoli correlati