Premiati i vincitori della I edizione del Contest Tabu IdeasxWood

Alla Triennale di Milano i premiati delle Categorie Professionisti e Studenti

Premiati i vincitori della I edizione del Contest Tabu IdeasxWood

Condividi sui social

L'8 maggio scorso si è svolta alla Triennale di Milano la premiazione dei vincitori della I edizione di IdeasxWood, il primo Contest organizzato da Tabu rivolto agli studenti universitari e ai progettisti Under 40, patrocinato da ADI, FederlegnoArredo e FSC® Italia.
Tabu è l’eccellenza italiana nella tintoria del legno, con sede a Cantù (CO), e produce piallacci naturali tinti e multilaminari per l’arredo e l’architettura di interni, oltre a collezioni di superfici decorative in legno basate sulla tecnologia tintoria e su un’intensa attività di ricerca sui materiali e sui processi produttivi.
Ben 183 i progetti arrivati da tutto il mondo e tra questi ne sono stati selezionati 43 dalla giuria presieduta dall'architetto Franco Raggi e composta da: Alfonso Femia, Ambrogio Rossari, Andrea Tagliabue, Diego Florian, Federico Galluzzi, Francesca Losi, Francesco Scullica, Nicola Molteni, Piergiorgio Cazzaniga, Renzo Fauciglietti, Roberta Busnelli, Roberto Tamborini, Sebastiano Cerullo, Stefano Pujatti e Stefano Ronchetti.

 

I vincitori della finale Categoria Professionisti


I tre premi della Categoria Professionisti sono andati a:
1° Premio: City Vibes di Federica Citterio e Williams Pompei; per la proposta figurativamente innovativa che esalta le possibilità tecniche ed estetiche della tecnologia multilaminare Tabu, ottenendo una texture di notevole eleganza grafica e forza espressiva basata su due sole tinte contrastanti di essenze lignee.
2° Premio: Leaf 3D di Riccardo Tomasoni; per la raffinata narrazione della identità ecologica Tabu ottenuta svolgendo sul pannello un tema grafico/naturalistico basato sulla delicata texture di venature vegetali riprese da una foglia e rese tridimensionali con la tecnologia Groovy.
3° Premio: Textour Cities – Intrecci di città di Maria Gelvi e Rosalba di Maio; per la virtuosa esaltazione della tecnica dell'intarsio ottenuta con texture realizzate attraverso raffinate procedure di astrazione grafica e cromatica a partire dalle planimetria di città famose.
Due le menzioni speciali, sempre per la Categoria Professionisti: a Flare di Luca Tornaghi, per l’elegante e classico approccio alla texturizzazione continua modulare realizzata con la tecnica dell’intarsio in diverse tonalità di essenze lignee di colore naturale e a Wooden movies di Stefano Angelo Elli, per l’originalità concettuale dello spunto creativo che genera una palette cromatica declinata in sottili strisce verticali a partire dal prelievo di colori desunti da sequenze fotografiche di film celebri, ottenendo alla fine geometrie e affascinanti spettri cromatici in legno intarsiato.

 

I vincitori della finale Categoria Studenti


Nella Categoria Studenti i premi sono stati assegnati a:
1° Premio: Tondo Tondo di Nicola da Dalto dell'Università degli Studi di Ferrara, Corso di Design del Prodotto Industriale; per la semplice e raffinata composizione modulare di quadrati e cerchi evidenziati con sfumature a contrasto della stessa essenza per ottenere un effetto di superficie tridimensionale.
2° Premio: Incastri di Stefano Bertolini dell'Accademia delle Belle Arti di Brera, Corso di Decorazione; per il brillante intreccio assonometrico di figure geometriche con effetti tridimensionali di chiaro/scuro che esaltano le possibilità figurative della tecnica dell’intarsio rivisitata in chiave moderna.
3° Premio: Oro Nero di Francesco Roversi, Greta Cappellini, Alessia Marchesi del Politecnico di Milano, Scuola del design; per la combinazione armonica di figure poligonali diverse dove l’apparente casualità delle forme è ricondotta a una complessa compatibilità nella quale si esaltano le cromie luminose del legno.
Anche per la sezione Studenti ci sono state due menzioni speciali: a Wai di Beatrice Milanesi, Martina Grassi, Alice Carrera, Marco Petazzoni del Politecnico di Milano, Corso di Design del Prodotto, per l’allusiva ed elegante composizione di cerchi concentrici che richiama le linee naturali di accrescimento dei tronchi sezionati trasformata in maximotivo decorativo fresato su essenza lignea uniforme; l'altra menzione speciale è stata assegnata a Hive Wave di Andrea Mastroianni, Nicholas Berto, Niccolò Puglisi del Politecnico di Milano, Design del Prodotto Industriale, per il raffinato effetto decorativo tridimensionale ottenuto componendo tarsie di legno di tinte e dimensioni diverse composte su base esagonale a nido d’ape, creando un sorprendente chiaroscuro che conferisce alla superficie un effetto ondulato.
Sono stati consegnati inoltre tre premi speciali: il premio Carpanelli è andato al Tavolino Gioiello di Natalia Altamura Sorokolit e Maria Vittoria Sgrò dell'Accademia delle Belle Arti di Brera, Corso di Progettazione Artistica per l’Impresa, il premio IQD è stato assegnato a Braille di Matteo Corradini, Andrea Molteni, Antonio Sacchet del Politecnico di Milano, Design del Prodotto Industriale, mentre infine il premio FSC® Italia è stato vinto da Gingkto Leaf di Katia Ponti.
Il bando della prossima edizione del Contest IdeasxWood di Tabu verrà pubblicato nel mese di giugno 2019 sul sito www.ideasxwood.it

 


TAGS


Condividi sui social

Articoli correlati