Il mercato italiano dei mobili per cucina: un quadro completo dal nuovo Rapporto Csil

Dati e tendenze della produzione e del consumo di mobili per cucina sul mercato nazionale

cucina Clover Lux di Lube

Condividi sui social

CSIL, il Centro Studi Industria Leggera che festeggia quest'anno i suoi 40 anni di attività, ha redatto un nuovo Rapporto su “Il mercato italiano dei mobili per cucina”. Come al solito il rapporto offre un quadro completo del settore dei mobili per cucina in Italia, fornendo dati e tendenze della produzione e del consumo di mobili per cucina, importazioni ed esportazioni.

 

Il mercato italiano dei mobili per cucina: suddivisione e struttura del rapporto


All'interno del rapporto troviamo i prezzi dei mobili per cucina, le politiche di marketing, il sistema di distribuzione e i principali attori, nonché il valore e il peso degli elettrodomestici da incasso sulle vendite dei mobili da cucina.
L'offerta dei mobili per cucina viene suddivisa per materiale dell'antina, (legno massello, impiallacciato, laminato, termoplastici, laccato, melaminico, alluminio, vetro), stile della cucina, (classico, country, moderno, design, alta tecnologia), colore, (bianco, lucido, neutro, aspetto legno), finitura dell'antina (lucido, opaco) e materiale del piano di lavoro (materiali di superficie solida, pietra naturale e composita, quarzo, laminato, lastre di ceramica, acciaio, alluminio, legno, vetro).
Le esportazioni e importazioni dei mobili per cucina italiani vengono indicate per Paese e per area geografica di origine/destinazione. Vengono inoltre forniti l'andamento dei prezzi di fabbrica delle cucine, i dati sulla concentrazione produttiva e l'occupazione, nonché i principali indicatori finanziari per un campione di aziende.
Per quanto riguarda la distribuzione, l'analisi affronta i seguenti canali di distribuzione: vendita diretta/contract, rivenditori specializzati di cucine, negozi di mobili, gruppi di acquisto, catene mobiliere e grandi magazzini.
Il sistema competitivo analizza i dati di vendita, le quote di mercato insieme con brevi profili aziendali dei principali produttori di mobili per cucina sul mercato interno (nel suo complesso e per macro aree geografiche), sul mercato estero e per prezzo medio di fabbrica.
Il rapporto prende in considerazione sia i mobili per cucina che gli elettrodomestici da incasso venduti attraverso questo canale. In quest'ottica viene inserita una panoramica delle vendite dei principali elettrodomestici da incasso suddivisi per categoria (Lavelli, Piani cottura, Forni, Cappe, Frigoriferi, Lavastoviglie). È incluso inoltre un elenco di indirizzi di circa 80 tra le principali imprese italiane produttrici di mobili per cucina.

 

Il mercato italiano dei mobili per cucina: analisi economica


Nel 2020 le imprese italiane produttrici di mobili per cucina registreranno una inevitabile flessione delle vendite nel mercato nazionale stimata del 12%. La maggior parte delle aziende ha però le potenzialità tecnologiche, organizzative, umane e finanziarie per partecipare ad un processo di ripresa del mercato che si completerà in non meno di due anni.
Le prime dieci imprese del settore controllano circa il 60% della produzione e nel 2019 hanno consolidato le proprie posizioni sia in Italia che all'estero. Fra le altre, osserviamo una crescita sostenuta della produzione per Veneta Cucine ed Arredo 3, delle vendite in Italia per Lube (nella foto, la cucina Clover), Turi e Stosa, e delle vendite nei mercati esteri per Snaidero, Boffi e Poliform. Un ulteriore incrementato di quota di mercato ha registrato, sul mercato nazionale, la grande distribuzione, sia Mondo Convenienza che Ikea.
Un elemento di forza delle cucine italiane rimane lo stretto rapporto con l'industria dell'elettrodomestico da incasso, che incide per circa il 27% sulle vendite dei produttori di cucine nel mercato nazionale. Sul territorio nazionale le aziende produttrici di mobili per cucine sono presenti con quasi 430 showroom e all'estero con 180.
Per quanto riguarda le tendenze, emerse già nel 2019 e nei primi mesi del 2020, si nota un ruolo sempre più importante della tecnologia, una maggiore attenzione ai temi della sostenibilità,  l'introduzione del PET per la finitura delle antine, la crescente presenza di moduli contenitori di dimensione più grande incluse le armadiature speciali ed infine l'offerta di modelli di cucina espressamente dedicati all'outdoor.

Il Rapporto Csil “Il mercato italiano dei mobili per cucina”, redatto in lingua italiana, è disponibile  al prezzo di euro 1600 + IVA.

 


TAGS


Condividi sui social

Articoli correlati